Borse di Studio: a Cremosano premiati 13 giovani studenti

domenica 15 maggio 2021

Pubblicato il: 18/05/2021

Riconosciuto e premiato il merito di 13 giovani studenti. Domenica 15 maggio 2021 a Cremosano si è svolta la cerimonia di consegna delle Borse di Studio in ricordo del maestro Malachia Cella, insegnante e sindaco benvoluto e stimato del paese. Anche quest'anno l'assegnazione dei riconoscimenti è stata frutto della sinergia e dell’impegno congiunto dell’Amministrazione Comunale, della maestra Angela Donarini Cella e della BCC Caravaggio e Cremasco. L’iniziativa, molto attesa, si è svolta nella piazza del Comune, nel rispetto delle disposizioni anti Covid. A fare gli onori di casa è stato il sindaco Raffaele Perrino insieme al vicesindaco Marco Fornaroli e sono poi seguiti gli interventi di Paolo Maio, in rappresentanza della famiglia Cella, e di Giorgio Merigo, Presidente della BCC Caravaggio e Cremasco.

A ricevere le Borse di Studio sono stati: per la scuola secondaria di primo grado Alice Bonizzoni, Tommaso Cortelloni, Nicolas Della Torre, Jennifer Marazzi e Riccardo Pezzotti; per la scuola secondaria di secondo grado Emily Bianchessi, Alessandro Scebba, Maria Magdalena Cosug e Giorgia Savoia; per l'università Manju Bolzoni, Giulia Mazzini, Daniele Ginelli e Federica Eugenia Salina.
E’ stato inoltre conferito un attestato di riconoscenza al dottor Marcello Bergami, già medico di base a Cremosano per 37 anni e ora volontario impegnato nelle vaccinazioni anti Covid19.

“La nostra società ha sempre più bisogno di giovani preparati che sappiano partecipare attivamente anche alla vita sociale - ha detto il presidente Merigo rivolgendosi ai premiati - Vi auguro di poter fare tesoro anche della testimonianza di vita del maestro Malachia Cella che ha saputo mettere al centro della propria esistenza, come insegnante, l’attenzione alla formazione dei giovani e, come sindaco del paese, la costruzione del bene comune. Auspico sappiate portare avanti i valori di cooperazione e solidarietà con una visione che non deve limitarsi però alla realtà locale, in quanto il mondo è ormai sempre più globalizzato e ciò che accade lontano si ripercuote anche su di noi”. Ha quindi fatto un accenno a quanto sta avvenendo in Terra Santa e alla situazione di emergenza che sta colpendo l’Ecuador, entrambe zone del mondo ove la BCC è da anni impegnata in significativi progetti. Ai giovani ha rivolto anche l’invito a guardare al modello delle imprese cooperative per realizzare adeguate e dignitose opportunità di lavoro, sottolineando che per superare i danni provocati dal Covid sarà necessario riprogettare insieme ai giovani stessi il futuro delle nostre comunità, per ripartire con entusiasmo alla costruzione di un mondo migliore.



plane

Iscrizione alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, il servizio gratuito
per essere sempre aggiornato sulle attività e le iniziative della tua banca.

la tua e-mailinvia